Close

Archive for month: aprile, 2010

La Sedia dell’Attore

La Sedia dell’Attore

Sedia dell'AttoreIl Museo Biblioteca dell’Attore ospita nella Sala Govi la mostra di Graziella Menozzi dal titolo La Sedia dell’Attore.

L’inaugurazione si terrà mercoledì 14 aprile 2010 alle ore 17,30 alla presenza di Alessandra Gagliano Candela, Raimondo Sirotti, Leonardo Santoli e Eugenio Pallestrini.

La mostra – patrocinata da Teatro Stabile di Genova, Museo Biblioteca dell’Attore e Valore Liguria – resterà aperta fino a venerdì 7 maggio con i seguenti orari di visita: il lunedì dalle 15 alle 18, il mercoledì e il venerdì dalle 10 alle 13.

“La Sedia dell’Attore” è abbinata alla mostra Mascarade. Le maschere dell’arte a cura di Laura Villani su progetto di Leonardo Santoli e Giacomo Cavina, che si tiene in contemporanea nel Foyer del Teatro della Corte con inaugurazione giovedì 15 aprile 2010 alle ore 17,30.

Una sedia, molte vite
In un notissimo quadro di Vincent van Gogh è rappresentata la stanza dell’artista. E’ una stanza claustrofobica, nella quale gli oggetti sembrano dominare lo spazio: oltre al letto, ci sono due sedie, semplici come l’ambiente che le ospita, colorato dei colori del sud, ma paiono dotate di vita propria. Come le sedie di Graziella Menozzi Gemignani, che con la loro solitaria presenza diventano metafora dell’esistenza. Dalle poltroncine antiche, i “caregotti” della tradizione ligure, alle essenziali e trasparenti sedie di design, ogni sedia apre una visuale inusitata sul mondo. Sola o in compagnia, su fondo verde o rosso, a volte ripresa in un ambiente che si indovina familiare, attrae verso di sé, suggerisce una storia che lei sola potrebbe raccontare.

Read More

Grifo d’Oro a Umberto Albini

Grifo d’Oro a Umberto Albini

Mercoledì 28 aprile, alle ore 17.00, nel Salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, il Sindaco di Genova, Marta Vincenzi, consegnerà il Grifo D’Oro a Umberto Albini, insigne grecista, professore universitario ed uomo di teatro.

Umberto Albini è internazionalmente conosciuto per il suo magistero accademico e per le opere dedicate allo studio della Letteratura greca e del Teatro Classico. Ha svolto importanti ricerche e studi sul mondo bizantino. Laurea honoris causa dall’università di Budapest, l’autore ha svolto un’importante attività di traduzione e di diffusione della letteratura ungherese. Ha insegnato nelle università di Barcellona, Bonn, Colonia, Jena, Firenze, Londra e Madrid. A Genova per oltre 40 anni è stato titolare della cattedra di Letteratura greca oltre che Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia e Direttore del Dipartimento di Filologia classica. L’attività culturale nel campo del teatro lo ha portato a collaborare con alcuni dei principali teatri italiani in particolare con il Teatro della Tosse di Genova e con l’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa in cui ha rivestito anche il ruolo di Presidente. Le opere di Albini costituiscono un fondamentale punto di riferimento in questo settore artistico e la sua figura umana e professionale è stata significativa per la città di Genova.

Per questo Sindaco e Comune di Genova lo insigniscono del prestigioso riconoscimento. Sono previsti gli interventi di Margherita Rubino, Eugenio Pallestrini e Fernando Balestra.

“Il Diavolo e il buon Dio” di J.P. Sartre

“Il Diavolo e il buon Dio” di J.P. Sartre

Lionello e VannucchiGiovedi 29 aprile, alle ore 21.00, a Palazzo Ducale, nella Sala del Minor Consiglio si terrà la prima manifestazione di “Teatro e Società” evento culturale dovuto alla collaborazione tra Museo Biblioteca dell’Attore, Teatro Stabile di Genova e Fondazione Cultura-Palazzo Ducale.

Proposto da Marco Salotti e articolato in tre incontri serali, questo evento è volto ad analizzare alcuni spettacoli messi in scena dal Teatro Stabile che avevano provocato scandalo e reazioni all’epoca della loro programmazione. Sulla traccia di quanto già avvenuto per la precedente manifestazione “Teatro Documento”, le relazioni e gli interventi preordinati, tenderanno a richiamare la eccezionalità di queste programmazioni anche attraverso un dibattito allargato al pubblico intervenuto.

Il primo evento è dedicato a Il diavolo e il buon Dio di Jean-Paul Sartre con la regia di Luigi Squarzina.

Nel dicembre del 1962 il Teatro Stabile proponeva uno dei testi più significativi dell’Esistenzialismo ma, il contenuto fortemente critico nei confronti della religione, provocava una reazione negativa del mondo cattolico ed un forte dibattito nelle forze politiche cittadine di allora; solo l’intervento del Cardinale Giuseppe Siri rendeva possibile la programmazione del dramma.

Le relazioni di Marco Salotti e Carlo Angelino, gli interventi di Bruno Orsini, Giuseppe Marcenaro e Nicla Buonasorte, apriranno il dibattito sul  testo e sul rapporto tra cultura e religione nel confronto politico di quegli anni. Introduce e modera Eugenio Pallestrini.

La rassegna prosegue giovedì 13 maggio con Emmetì di Luigi Squarzina e giovedì 10 giugno con L’orologio americano di Arthur Miller.

La Ristori per il Presidente Napolitano

La Ristori per il Presidente Napolitano

Mostra RistoriIn occasione della visita a Genova del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per la celebrazione del 150° anniversario della partenza dei Mille da Quarto, è stata allestita nel Foyer del Teatro Carlo Felice, una mostra dal titolo Adelaide Ristori, Giuseppe Garibaldi e la spedizione dei Mille.

In mostra documenti e costumi conservati al Museo Biblioteca dell’Attore nel Fondo Adelaide Ristori.

L’iniziativa è promossa dal Comitato Nazionale per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, dal Comune di Genova, da Palazzo Ducale Genova – Fondazione per la Cultura e dal Museo Biblioteca dell’Attore con la collaborazione del Teatro Carlo Felice, del Ministero Beni e Attività Culturali e di Genova Musei.

La mostra – visitabile esclusivamente dalle persone invitate agli eventi che si svolgono nei giorni 4 e 5 maggio al Teatro Carlo Felice alla presenza del Presidente della Repubblica – è a cura di Teresa Viziano.

Leggi tutte le notizie