Close

Il teatro in fotografia

Il teatro in fotografia

Giovedì 20 settembre 2018, ore 17.30

al Museo Biblioteca dell’Attore, Via del Seminario 10, Genova, quarto piano

Presentazione del volume

Il teatro in fotografia

L’immagine della prima attrice italiana fra Otto e Novecento

di Marianna Zannoni

Titivillus, 2018

Alla presenza dell’autrice, intervengono:

Livia Cavaglieri, Elisabetta Papone, Franco Vazzoler. Letture di Paola Bigatto

Gli anni a cavallo tra Otto e Novecento – quelli della cosiddetta “Belle Époque” – rappresentano un’epoca di grandi cambiamenti in ogni settore della società e della cultura. Nell’universo artistico, le contaminazioni tra il mondo del teatro e quello della fotografia determinano progressivamente una vera e propria rivoluzione nel modo di ‘guardare’, e quindi di ‘raccontare’, la scena contemporanea. Se è vero, infatti, che nella pratica fotografica ottocentesca si possono ritrovare molte tracce del mondo teatrale suo contemporaneo, è altrettanto vero che, pochi anni più tardi, sarà proprio la nascita di un’industria fotografica a produrre molti e significativi cambiamenti nel mondo del teatro. In particolare, il progressivo affermarsi della figura femminile, protagonista della scena ma anche della gestione della propria professione, emerge icasticamente nelle fotografie scattate sul palcoscenico e fuori da esso.

Attraverso le vicende artistiche di tre indiscusse protagoniste del teatro – Adelaide Ristori, Eleonora Duse e Tina Di Lorenzo – si è cercato quindi di comprendere l’evoluzione nel modo di ritrarre l’attrice, nel sistema di diffusione della sua immagine e nella creazione del ‘mito’ capace di influenzare i costumi della società.

La presentazione genovese sarà anche occasione per approfondire la conoscenza del ricco Fondo di Adelaide Ristori conservato al Museo dell’Attore e la storia di uno degli studi fotografici più rinomati nella storia della città, lo Studio Sciutto, che ha ritratto i più importanti attori dell’epoca e che nel 1901 ha prodotto la magnifica sequenza di immagini della Duse nella Città morta di D’Annunzio.

Marianna Zannoni è dottore di ricerca in Storia delle arti e cultore della materia in Discipline dello spettacolo presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Lavora presso l’Istituto per il Teatro e il Melodramma della Fondazione Giorgio Cini in qualità di coordinatore scientifico delle attività.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

Leggi tutte le notizie