Close

Teatro e Società

Il Museo Biblioteca dell’Attore ha analizzato in questa rassegna del 2010 alcune produzioni del Teatro Stabile che a distanza di anni dalla loro programmazione appaiono ancora indirizzate a temi tuttora attuali. 

La rassegna, ideata da Marco Salotti, articolata in tre incontri serali, ha voluto analizzare e discutere quegli spettacoli, prodotti dal Teatro Stabile di Genova, che avevano provocato scandalo e reazioni all’epoca della loro programmazione. Sulla traccia di quanto già avvenuto per la precedente manifestazione “Teatro Documento”, le relazioni e gli interventi preordinati, hanno richiamato la eccezionalità di queste programmazioni anche attraverso un dibattito allargato al pubblico intervenuto.

Il primo evento ha riguardato Il diavolo e il buon Dio di Sartre con la regia di Luigi Squarzina. Nel dicembre del 1962 il Teatro Stabile proponeva uno dei testi più significativi dell’Esistenzialismo ma, il contenuto fortemente critico nei confronti della religione, provocava una reazione negativa del mondo cattolico ed un forte dibattito nelle forze politiche cittadine di allora; solo l’intervento del Cardinale Siri rendeva possibile la programmazione del dramma. Questo evento ha in parte ricostruito il processo allora vinto dal Teatro Stabile e il dibattito ha visto la presenza di alcuni dei protagonisti della trascorsa vicenda giudiziaria.

Il secondo evento ha proposto l’analisi di un importante testo di Squarzina che suscitò non solo discussione ma anche un provvedimento giudiziario che limitava la rappresentazione impedendo la programmazione di certe parti del testo. Emmetì, scritto e diretto dall’autore, proponeva un’analisi critica dei rapporti umani e amorosi in una società mercificata; e in particolare un contestato “Padre Nostro del Consumatore” determinava un intervento della magistratura aprendo così un dibattito nazionale sulla libertà della rappresentazione artistica.

Il terzo e ultimo evento è stato dedicato a L’orologio americano di Arthur Miller con la regia di Elio Petri e prima rappresentazione italiana il 23 gennaio 1981 al Teatro Duse. Il testo, di indubbio valore artistico, è dedicato alla depressione del ‘29 e presenta aspetti di inquietante similitudine con l’attuale situazione di crisi economica  ottimamente messi in luce dall’intervento di Loretta Napoleoni.

Il diavolo e il buon Dio di Jean-Paul Sartre.
Relatori: Marco Salotti e Carlo Angelino, moderatore Eugenio Pallestrini.
Con la partecipazione di Nicla Buonasorte, Giuseppe Marcenaro e Bruno Orsini.
Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio, 29 aprile 2010.

Emmetì di Luigi Squarzina.
Relatori: Luca Borzani e Eugenio Buonaccorsi, moderatore Eugenio Pallestrini.
Con la partecipazione di Claudio Bertieri, Alfredo Biondi, Andrea Ranieri e Mario Sossi.
Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio, 13 maggio 2010.

L’orologio americano di Arthur Miller.
Relatori: Marco Salotti, Ferdinando Fasce e Loretta Napoleoni, moderatore Eugenio Pallestrini.
Con la partecipazione di Umberto Morello, Giovanni Battista Pittaluga e Carlo Rognoni.
Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio, 10 giugno 2010.

Incontri organizzati in collaborazione con il Teatro Stabile di Genova e Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura.

Leggi tutte le notizie