Close

“Il Diavolo e il buon Dio” di J.P. Sartre

“Il Diavolo e il buon Dio” di J.P. Sartre

Lionello e VannucchiGiovedi 29 aprile, alle ore 21.00, a Palazzo Ducale, nella Sala del Minor Consiglio si terrà la prima manifestazione di “Teatro e Società” evento culturale dovuto alla collaborazione tra Museo Biblioteca dell’Attore, Teatro Stabile di Genova e Fondazione Cultura-Palazzo Ducale.

Proposto da Marco Salotti e articolato in tre incontri serali, questo evento è volto ad analizzare alcuni spettacoli messi in scena dal Teatro Stabile che avevano provocato scandalo e reazioni all’epoca della loro programmazione. Sulla traccia di quanto già avvenuto per la precedente manifestazione “Teatro Documento”, le relazioni e gli interventi preordinati, tenderanno a richiamare la eccezionalità di queste programmazioni anche attraverso un dibattito allargato al pubblico intervenuto.

Il primo evento è dedicato a Il diavolo e il buon Dio di Jean-Paul Sartre con la regia di Luigi Squarzina.

Nel dicembre del 1962 il Teatro Stabile proponeva uno dei testi più significativi dell’Esistenzialismo ma, il contenuto fortemente critico nei confronti della religione, provocava una reazione negativa del mondo cattolico ed un forte dibattito nelle forze politiche cittadine di allora; solo l’intervento del Cardinale Giuseppe Siri rendeva possibile la programmazione del dramma.

Le relazioni di Marco Salotti e Carlo Angelino, gli interventi di Bruno Orsini, Giuseppe Marcenaro e Nicla Buonasorte, apriranno il dibattito sul  testo e sul rapporto tra cultura e religione nel confronto politico di quegli anni. Introduce e modera Eugenio Pallestrini.

La rassegna prosegue giovedì 13 maggio con Emmetì di Luigi Squarzina e giovedì 10 giugno con L’orologio americano di Arthur Miller.

Leggi tutte le notizie