Close

Notizie

“Stanley Kubrick” di Roberto Lasagna

“Stanley Kubrick” di Roberto Lasagna

Giovedì 18 aprile 2024, ore 17.30
al Museo Biblioteca dell’Attore
Via del Seminario, 10 – Genova – Quarto Piano

Presentazione del volume
Stanley Kubrick. Visioni e ossessioni
di Roberto Lasagna
Weird Book Editore, 2023

L’Autore dialoga con Renzo Trotta

Nel 2024 saranno trascorsi venticinque anni dall’uscita di Eyes Wide Shut, enigmatico e seducente “film summa” di Stanley Kubrick interpretato da Tom Cruise e Nicole Kidman, ma gli interrogativi disseminati nell’opera del grande regista americano, autore di titoli leggendari come 2001: Odissea nello spazio, Arancia Meccanica e Shining, continuano a essere argomento di discussione e luminoso stimolo per moltissimi appassionati di cinema in tutto il mondo. La modernità delle opere di Kubrick non teme il passare del tempo, anzi risulta impressionante cogliere, di volta in volta, aspetti nuovi in titoli divenuti punti di riferimento per la complessità della visione, per l’ambiguità perfetta che ne ribadisce il fascino, la ricchezza, la profondità filosofica.

Con questo nuovo libro, Roberto Lasagna, uno dei saggisti cinematografici più sensibili all’opera di Kubrick, è tornato ad esplorare l’universo del grande cineasta proponendo una lettura aggiornata e stimolante, un’attenta analisi dei tredici lungometraggi di Stanley Kubrick che permette di riscoprire l’impatto delle visioni e delle ossessioni di un artista unico, i cui film sono costante fonte d’ispirazione per le nuove generazioni. Un libro che accompagna il lettore nell’evoluzione stilistica del cineasta, rivelando segreti e permettendo di comprendere meglio il significato e il valore di ciascun film all’interno dell’universo dell’autore.

Un libro aggiornatissimo, arricchito da due approfondimenti inediti sulla musica (Roberto Pugliese) e sui progetti non realizzati di Kubrick (Antonio Pettierre).

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

La Resistenza delle donne – L’Atelier

La Resistenza delle donne – L’Atelier

Mercoledì 17 aprile 2024, ore 17.30
al Museo Biblioteca dell’Attore
Via del Seminario, 10 – Genova – Quarto Piano

Il Gruppo Teatrale L’Atelier
per il ciclo “VITE STRAORDINARIE”

racconta in parole e musica
LA RESISTENZA DELLE DONNE

“Sono convinta che i problemi d’oggi, la pace, la libertà, la giustizia,
tocchino allo stesso modo uomini e donne” [Ada Gobetti]

con
Marina Bonelli
Maria Elisa Gallo

Voce – Cristina Parodi
Chitarra – Massimo Chinelli

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

Gilberto Govi su Rai Play

Gilberto Govi su Rai Play

Gilberto Govi 
raccontato in una puntata di “Apprendisti Stregoni”
intitolata “Io, Govi e lei” prodotta da RAI 5
[St 2024 – Episodio 1 – 71 minuti]

La puntata andata in onda il 6 gennaio 2024
si può rivedere su Rai Play a questo link
Raiplay “Io, Govi e lei”

Video, interviste, curiosità e il Museo dell’Attore che conserva lo Studio e l’Archivio di Govi

“Gilberto Govi. Teatro inedito”

“Gilberto Govi. Teatro inedito”

Mercoledì 15 novembre 2023, ore 17.30
al Museo Biblioteca dell’Attore, via del Seminario 10, quarto piano

Presentazione del volume
“Gilberto Govi. Teatro inedito”
a cura di Eugenio Buonaccorsi
in collaborazione con Paola Lunardini e Danila Parodi
Erga
edizioni, 2023

Con i Curatori intervengono
Franco Bampi
Giunio Lavizzari Cuneo
Silvana Zanovello

Quando, nel 1923, Gilberto Govi (1885-1966) decide di passare dal teatro dilettantistico dei filodrammatici a quello professionista, si trova di fronte al problema della mancanza di una vera e propria tradizione drammaturgica in dialetto genovese. I pochi testi teatrali disponibili in quest’ambito non gli bastano. Decide quindi di commissionare nuove commedie ad autori viventi o di tradurne di già esistenti in lingua e in altri dialetti.

Del suo repertorio sono già state stampate varie opere.

Con questo volume ora pubblichiamo altre tre commedie che, allo stato delle conoscenze attuali, risultano ancora inedite:

Ciù a puïa che ô mâ di Nicolò Bacigalupo,
Il dente del giudizio di Ugo Palmerini
e Bocce di Aldo Acquarone.

I tre testi inediti qui pubblicati sono la trascrizione di copioni originali del Fondo Gilberto Govi conservato al Museo Biblioteca dell’Attore per precisa volontà della moglie Rina Gaioni Govi.

Il volume è realizzato con il contributo della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della Cultura.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

 Copertina Govi

I nostri “corti”

I nostri “corti”

Da oggi saranno visibili dei brevi video
in cui raccontiamo alcuni aspetti delle nostre collezioni e delle nostre attività principali.

Un modo per essere “vicini” in questo periodo
e per farci conoscere sempre di più.

Guarda il primo video dedicato alla Biblioteca

Guarda il secondo video dedicato ad Adelaide Ristori

Guarda il terzo video dedicato all’Archivio – prima parte

Guarda il quarto video dedicato all’Archivio – seconda parte

Guarda il quinto video dedicato a Lina Volonghi

Guarda il sesto video dedicato ai Fondatori

Online i video – “I Re di Shakespeare” di Luigi Giannitrapani

Online i video – “I Re di Shakespeare” di Luigi Giannitrapani

Iniziative online del Museo Biblioteca dell’Attore

“I Re di Shakespeare”
conversazioni di Luigi Giannitrapani

La Storia dell’Inghilterra è la storia della sua monarchia e dei suoi Re. Shakespeare rappresenta soprattutto dei Re medievali, vissuti in un periodo storico in cui il Re era un guerriero, un soldato che, con la forza della sua personalità e del suo coraggio, manteneva il suo potere
o lo conquistava, se necessario.

———-
video disponibile da mercoledì 16 dicembre 2020

Presentazione del ciclo di conversazioni
Vedi il video di presentazione
———-

video disponibile da lunedì 21 dicembre 2020

La Tragedia del Re Riccardo II
Quali sono le conseguenze del regno di un re legittimo ma totalmente inadeguato
a coprire il suo ruolo?
Vedi il video su Riccardo II
———–
video disponibile da lunedì 18 gennaio 2021

La Vita del Re Enrico V
Un grande ed eroico re può anche essere considerato un criminale di guerra?
Vedi il video su Enrico V – prima parte
Vedi il video su Enrico V – seconda parte
———-
video disponibile da lunedì 1 febbraio 2021

La Tragedia del Re Riccardo III
L’ambizione e il desiderio del potere possono trasformare un uomo in un mostro?

Vedi il video su Riccardo III – prima parte
Vedi il video su Riccardo III – seconda parte
———-

I video saranno comunque sempre disponibili in questa pagina.

Lancio Bando 2024 Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia

Lancio Bando 2024 Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia

Presentazione della XII edizione del Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia e della II edizione del Premio Ipazia alla Migliore Attrice, i Premi Ipazia per il Teatro della XX Edizione del Festival dell’Eccellenza al Femminile.

Giovedì 4 aprile alle ore 17:00 presso il Museo Biblioteca dell’Attore in un incontro aperto al pubblico, con la partecipazione dei membri delle Giurie dei due Premi.

Saluto Eugenio Pallestrini, Presidente Museo dell’Attore.

Intervengono Andrea Porcheddu, critico teatrale e dramaturg TNG e Mercedes Martini, regista e docente della Scuola di Recitazione TNG per annunciare il loro ingresso nella Giuria del Premio Ipazia alla Nuova Drammaturgia, Consuelo Barilari, Dir. Festival dell’Eccellenza al Femminile, Maria Dolores Pesce critica teatrale il Dramma.it, Gianfranco Bartalotta Dir. Teatro e Cinema Contemporaneo, Giovanna Rotondi Terminiello Storica dell’Arte, e altri membri della Giuria in via di definizione.

Interviene Nicola Coppo autore del testo vincitore del Premio Ipazia Nuova Drammaturgia 2023.

Per il Premio Ipazia alla Migliore Attrice interverranno Laura Curino, Premio Ipazia Migliore Attrice alla Carriera 2023, Giuliana Musso Premio Ipazia Migliore Attrice 2023, Angela Calvini, critica Avvenire, Laura Palmieri RAI radio 3, Renata Savo press agent e altri in via di definizione.

La XX edizione del FESTIVAL DELL’ECCELLENZA AL FEMMINILE si svolgerà a Genova dal 15 ottobre al 13 dicembre 2024, con il titolo Next Generation Women – ROLE PLAYS I RUOLI, in residenza al TEATRO NAZIONALE DI GENOVA.

Anche in questa edizione il Festival intende affermarsi come luogo internazionale d’incontro di attrici, registe, artiste, scrittrici, compagnie, performer, drammaturghe, per dare continuità al percorso artistico iniziato negli anni precedenti, sperimentando linguaggi, drammaturgie e nuovi modi di concepire i ruoli delle donne nello spettacolo.
L’attenzione nei confronti dei ruoli ha l’obiettivo di promuovere una visione sempre più paritaria, punto cruciale e strategico per lo viluppo sostenibile verso il 2030, oltre ad essere elemento importante anche nell’indagine di sé. Il gioco di ruolo nel teatro permette di rompere la barriera della realtà per viaggiare nel tempo o costruire storie e universi fantastici, impersonando altri personaggi e sfidando le norme sociali condivise, per immaginare un mondo che si plasma “giocando/ recitando” sulla scena, in una polifonia di espressioni artistiche e significati.

Segreteria Eccellenza al Femminile
Schegge di Mediterraneo
www.eccellenzalfemminile.it
segreteria@eccellenzalfemminile.it
scheggedimediterraneo@fastwebnet.it

IPAZIA LOC_2024_A3_VERT_light

“FESTIVAL” di Carlo Denei

“FESTIVAL” di Carlo Denei

Giovedì 11 aprile 2024, ore 17.30
al Museo Biblioteca dell’Attore
Via del Seminario 10, Genova, quarto piano

Presentazione del volume

FESTIVAL
La fantasiosa storia di cabarettisti disperati
al festival della comicità di Ronciglione
e di uno sconvolgente malinteso
di CARLO DENEI

Libro polisensoriale con audio e video
Erga edizioni, 2024

L’Autore dialoga con il pubblico

Siamo alla fine del Novecento. Un giovane consigliere comunale di Ronciglione, una cittadina in provincia di Viterbo, decide di organizzare un festival dell’umorismo per dare una scossa alla comunità. Per questo ha invitato cinque giovani comici milanesi frequentatori dello Zelig. Tutto è pronto! Con un vecchio pulmino i comici partono da Milano, ma… complicazioni e disavventure tutte da ridere. Il racconto è soprattutto un contenitore di storielle, poesie e gag comiche che l’autore attribuisce ai personaggi del racconto. Come spiega lui stesso, facendo un paragone gastronomico, è stato come fare la cima (nota specialità genovese ): «Il ripieno è buono, mi piace, ma per contenerlo ci voleva un guanciale all’altezza.»

Carlo Denei, nato a Genova il 15 febbraio 1957, comico, monologhista dei Cavalli Marci, autore televisivo a Striscia la Notizia e cantautore ha all’attivo numerose tournée teatrali in alcuni dei principali palcoscenici italiani (Nazionale e Ciak di Milano, Politeama Genovese, Colosseo di Torino, Ariston di Sanremo ecc.) e ha collezionato oltre seicento palchi con lo storico gruppo Cavalli Marci. In televisione ha partecipato a diverse trasmissioni sulle reti Mediaset e Rai.

“Festival” è la sua nona pubblicazione editoriale dopo “Dove osano i Grifoni”, “Gocce di Genoa su di noi”, “Facce da libro”, “Il tassista onesto”, “Secolo, focaccia e fantasia”, “Come se fossi sano” e il libro fatto nel 2001 con i Cavalli Marci “Caro lettore adesso basta”.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

 

Adelaide Ristori su Rai Storia

Adelaide Ristori su Rai Storia

“Italiani. Adelaide Ristori”
La vita personale e professionale di Adelaide Ristori,
prima grande diva internazionale del teatro italiano, simbolo di italianità

La puntata andata in onda su
RAI STORIA
mercoledì 19 gennaio 2022
è sempre disponibile su Raiplay

Vedi la puntata su RaiPlay

Prima TV per Rai
di Giancarlo Mancini
regia Leonardo Sicurello
con Alvia Reale
produttore esecutivo Annalisa Vasselli

Roger Moore

Roger Moore

Giovedì 7 marzo 2024, ore 17.30
al Museo Biblioteca dell’Attore, via del Seminario 10, quarto piano

Presentazione del volume

“IL MIO NOME E’ MOORE, ROGER MOORE”
di Mario Galeotti
Weird Book, 2023

L’Autore dialogherà con il critico Roberto Lasagna

Roger Moore è stato il terzo attore, dopo Sean Connery e George Lazenby, a dare il volto all’agente segreto 007, personaggio che da oltre sessant’anni nel cinema rappresenta uno dei franchise più longevi e redditizi al mondo. Bisogna però ricordare che l’attore aveva già ottenuto la notorietà con i personaggi portati sul piccolo schermo: il cavaliere medievale Sir Wilfred nella serie televisiva Ivanhoe, l’avventuriero Simon Templar nella famosa serie Il Santo, il bel nobile inglese Brett Sinclair nel telefilm Attenti a quei due in coppia con Tony Curtis.

Con uno sguardo attento e documentato, questo libro vuole ripercorrere il lungo viaggio umano e artistico di Roger Moore e stabilire quale collocazione riservargli nel panorama attoriale del Novecento, concentrandosi non solo sui ruoli da attore brillante che lo hanno reso famoso, ma anche su quei film impegnati (L’uomo che uccise se stessoA faccia nuda) che, a dispetto di una critica generalmente non molto riguardosa nei suoi confronti, ne hanno fatto emergere doti di interprete drammatico.

Mario Galeotti dice di sé: «Il regista Bernardo Bertolucci ha detto: “Ricorderemo il mondo attraverso il cinema”. Io ho sempre guardato il mondo attraverso il cinema, fin da bambino, e col tempo ho provato a dare un’adeguata forma a questa mia passione. Dapprima ho focalizzato i miei studi universitari sulla storia dello spettacolo con particolare riguardo all’arte cinematografica; poi ho iniziato a collaborare a varie riviste specializzate scrivendo articoli e recensioni e parallelamente ho cominciato a lavorare come tecnico nel settore degli audiovisivi; infine, negli ultimi anni, ho intrapreso anche un’attività di saggista pubblicando diversi libri e partecipando a convegni.

La mia prima monografia, edita nel 2017 da Falsopiano, si intitola ”Dino l’amico italiano”, un volume che ripercorre criticamente l’intensa carriera di Dean Martin, il celebre attore e cantante americano di origini italiane. Ne sono seguiti altri e attualmente mi sto dedicando a nuovi stimolanti progetti.»

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

Leggi tutte le notizie