Close

“Emmetì” di Luigi Squarzina

“Emmetì” di Luigi Squarzina

La manifestazione “Teatro e Società” propone un’analisi di tre importanti spettacoli del Teatro Stabile di Genova che hanno provocato discussione nella società di allora per il particolare contenuto critico e il significato politico e religioso.

Dopo il primo evento dedicato a Il Diavolo e il buon Dio di Jean-Paul Sartre è ora in programmazione l’analisi di Emmetì di Luigi Squarzina che suscitò non solo discussione ma anche un provvedimento giudiziario che limitava la rappresentazione impedendo la programmazione di certe parti del testo.

Emmetì,
scritto e diretto da Squarzina, proponeva un’analisi critica dei rapporti umani e amorosi in una società mercificata; in particolare un contestato “Padre Nostro del Consumatore” determinava un intervento della magistratura aprendo così un dibattito nazionale sulla libertà della rappresentazione artistica.

L’incontro avverrà giovedì 13 maggio nella Sala del Minor Consiglio di Palazzo Ducale alle ore 21.00, con  le relazioni di Eugenio Buonaccorsi e Luca Borzani e gli interventi di Claudio Bertieri, Alfredo Biondi, Andrea Ranieri, Mario Sossi e Eugenio Pallestrini.

Sono previste proiezioni di immagini teatrali e la lettura “artistica” del brano contestato. Come nelle altre manifestazioni l’analisi dell’evento prevede la partecipazione e un dibattito con il pubblico presente.

“Teatro e Società” è un evento culturale promosso da Museo Biblioteca dell’Attore, Teatro Stabile di Genova e Fondazione Cultura-Palazzo Ducale.

Leggi tutte le notizie