Close

Ricordo di Carlo Repetti

Ricordo di Carlo Repetti

E’ mancato Carlo Repetti.
Il primo pensiero va al dolore dei famigliari che perdono l’uomo legato alla famiglia da un vincolo di amore e di responsabilità vivissimo e non comune.
Poi penso al Teatro e alla Città che lo hanno visto protagonista della vita culturale e politico-amministrativa come Direttore del Teatro Stabile e Assessore alla Cultura. Penso al Suo impegno nel continuare così degnamente la grande tradizione di Ivo Chiesa e nel portare nel Teatro scelte innovative che lo hanno reso uno dei luoghi più importanti di incontro, di crescita culturale e di discussione pubblica. Nelle riunioni di Consiglio e nei confronti sulle scelte e sulle attività era evidente questa sua volontà di fare del Teatro un luogo simbolo della Città, così come era evidente la sua preoccupazione per il lavoro e il futuro dei giovani che il Teatro formava.
Sono passati pochi anni da quando ha desiderato allontanarsi per dedicarsi alla sua ricerca letteraria e tutto è cambiato per le difficoltà della crisi e della epidemia. Quello che non è per niente mutata è la riconoscenza che sentiamo per avere saputo conservare la grande tradizione teatrale di Genova con l’impegno della propria passione, con la sua dedizione al lavoro e con la sua capacità.
Eugenio Pallestrini

Leggi tutte le notizie